PRIVACY e COVID-19 NEI LUOGHI DI LAVORO

Il nuovo Protocollo per la regolamentazione delle misure relative al COVID-19 nei luoghi di lavoro sottoscritto da Governo e Parti Sociali il 24 aprile 2020 cerca di favorire la prosecuzione e la ripresa delle attività produttive garantendo ai lavoratori adeguati livelli di protezione.

Nel documento vengono fornite indicazioni finalizzate a incrementare l’efficacia delle misure precauzionali di contenimento adottate per contrastare l’epidemia di COVID-19.

Alcuni articoli riguardano anche il trattamento dei dati personali, come ad esempio quelli relativi all’accesso in azienda di lavoratori, fornitori e visitatori.

Al momento dell’ingresso negli ambienti di lavoro quindi visitatori, collaboratori, dipendenti possono essere sottoposti al controllo della temperatura corporea e se tale temperatura dovesse risultare superiore ai 37,5°, non sarà consentito l’accesso ai luoghi di lavoro.

Il protocollo prevede comunque che, per assicurare la riservatezza del lavoratore, sia possibile registrare la temperatura senza la tracciatura del dato acquisito.

La registrazione può avvenire invece quando il dato rilevato occorre per giustificare l’allontanamento del lavoratore dai luoghi di lavoro.

È inoltre obbligatorio fornire o affiggere in luoghi accessibili dell’azienda depliant informativi e soprattutto l’informativa sul trattamento dei dati personali che deve essere elaborata in maniera specifica per questo tipo di esigenza e può quindi contenere solamente le informazioni circa il trattamento relativo alla misurazione della temperatura per la gestione dell’emergenza COVID-19.

Sintetizziamo di seguito gli aspetti più rilevanti che devono essere contenuti nell’informativa:

  • finalità del trattamento: la prevenzione dal contagio da COVID-19.
  • base giuridica: l’implementazione dei Protocolli di sicurezza anti-contagio nelle normative nazionali per il contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19
  • durata della conservazione dei dati: si può far riferimento al termine dello stato d’emergenza.

Il Protocollo ricorda infine che i dati possono essere trattati esclusivamente per finalità di prevenzione dal contagio da COVID-19 e non devono essere diffusi o comunicati a terzi salvo casi particolari come ad esempio una richiesta da parte dell’Autorità sanitaria per la ricostruzione dei contatti di un lavoratore risultato positivo al COVID-19.

VUOI ESSERE SICURO DI AVER PREDISPOSTO CORRETTAMENTE LA TUA DOCUMENTAZIONE?

COMPILA IL FORM PER RICEVERE INFORMAZIONI

 

 

LO STRESS LAVORO CORRELATO: COS’È?

Il luogo di lavoro è lo spazio in cui ognuno di noi trascorre circa metà della sua giornata: è quindi importante ricordare che – oltre alla sicurezza intesa dal punto di vista fisico – è fondamentale garantire ai propri lavoratori un ambiente che sostenga la motivazione e la soddisfazione professionale, utilizzando lo strumento della valutazione dello STRESS LAVORO CORRELATO.

Questo è infatti un mezzo utilissimo per misurare il grado di soddisfazione dei propri dipendenti, oltre a essere un vincolo di legge.

Il D.Lgs 81/08 aveva già anticipato questo obbligo rifacendosi all’ACCORDO EUROPEO SULLO STRESS SUL LAVORO (08/10/2004)

Successivamente la Commissione Consultiva Permanente – attraverso la circolare del 18 Novembre 2010 – sì è espressa in merito alle tempistiche da rispettare.

A partire dal gennaio 2011 è infatti diventato obbligatorio per le aziende effettuare la valutazione dello STRESS LAVORO CORRELATO.

stress lavoro correlato

La metodologia di valutazione si articola in due fasi:

  • la VALUTAZIONE PRELIMINARE – sempre necessaria – che consiste nella rilevazione di indicatori oggettivi e verificabili, appartenenti a tre categorie:
  1. Eventi sentinella: assenze per malattia; turnover; procedimenti e sanzioni disciplinari; specifiche lamentele formalizzate da parte dei lavoratori; segnalazioni al medico competente.
  2. Fattori di contenuto del lavoro: ambiente di lavoro; orario di lavoro; carichi e ritmi di lavoro; corrispondenza tra le competenze dei lavoratori e le mansioni a loro assegnate.
  3. Fattori di contesto del lavoro: autonomia decisionale; ruolo nell’organizzazione; conflitti interpersonali; sviluppo di carriera; scarsa chiarezza delle indicazioni ricevute.
  • la VALUTAZIONE APPROFONDITA – eventuale – da attivare solo nel caso in cui la valutazione preliminare riveli elementi di rischio da STRESS LAVORO CORRELATO.

Se la valutazione preliminare non rileva fattori di rischio da STRESS LAVORO CORRELATO la valutazione può ritenersi conclusa, ma sarà comunque necessario prevedere un PIANO DI MONITORAGGIO con le indicazioni dei controlli periodici previsti (per esempio la verifica dell’andamento degli eventi sentinella, ecc.) e un PIANO DI MIGLIORAMENTO con le indicazioni relative alle azioni di sviluppo (per esempio degli aspetti legati all’organizzazione del lavoro, della gestione delle risorse umane, della formazione del personale, ecc.).

Le figure coinvolte nella valutazione del rischio da STRESS LAVORO CORRELATO, oltre al datore di lavoro, sono il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), il medico competente e il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza.

È utile infine ricordare che in caso di incompleta redazione del DVR sono previste sanzioni con ammende da 1.000 a 4.000 euro, a seconda della gravità della mancanza rilevata.

SEI CERTO DI AVER ESEGUITO E AGGIORNATO LA VALUTAZIONE STRESS LAVORO CORRELATO?

COMPILA IL FORM PER RICEVERE INFORMAZIONI E METTERTI IN REGOLA

GDPR REGOLAMENTO UE 2016/679: ruoli e responsabilità

Il 25 maggio 2018 è entrato in vigore il Regolamento UE 2016/679 – noto come GDPR (General Data Protection Regulation) e il 15 maggio 2019 è terminato il periodo di tolleranza, indicato come “fase di prima applicazione”, per quanto riguarda l’applicazione delle disposizioni sanzionatorie previste dal nuovo Regolamento Europeo.

Il GDPR ha definito chiaramente gli obblighi collegati alla protezione dei dati personali delle persone fisiche, specificando ruoli e responsabilità, introducendo chiare regole su informativa e consenso al trattamento dei dati. Qui potrete trovare il testo completo del Regolamento.

Ha inoltre definito i limiti al trattamento automatizzato dei dati, ha fissato precise norme per le violazioni dei dati (data breach) e stabilito criteri per il loto trasferimento al di fuori dell’Unione Europea.

GDPR

Di seguito riportiamo in sintesi l’elenco delle principali figure individuate dal Regolamento:

  • Titolare del Trattamento
  • Responsabile (interno o esterno) del Trattamento
  • Incaricato
  • Amministratore di Sistema
  • Interessato
  • DPO

È importante ricordare anche quali sono i documenti fondamentali per poter tracciare correttamente la propria attività di gestione dei dati e nominare eventuali incaricati o responsabili.

Di seguito l’elenco della documentazione necessaria – da valutare in base alla tipologia aziendale:

  • Informativa e consenso per CLIENTI, DIPENDENTI, COLLABORATORI, FORNITORI
  • Lettera di incarico al trattamento
  • Nomina a Responsabile del trattamento
  • Registro dei trattamenti (Registro del titolare dei trattamenti, Registro del responsabile dei trattamenti)
  • Valutazione di impatto

Tutte le aziende dovrebbero quindi essersi già allineate alle nuove regole in considerazione delle maggiori responsabilità e dei rischi di sanzione caso di inosservanza della normativa.

SEI CERTO DI RISPETTARE LA NORMATIVA PRIVACY?

COMPILA IL FORM PER RICEVERE INFORMAZIONI E METTERTI IN REGOLA

ICOP SpA: CARDIOPROTEZIONE IN AZIENDA

Il tema della CARDIOPROTEZIONE sta diventando di grande attualità e le aziende del nostro territorio iniziano a dotarsi di defibrillatori (DAE) e a formare il proprio personale per poter garantire ai propri dipendenti ambienti di lavoro sempre più sicuri.

La ICOP Spa di Basiliano, società leader nel settore delle costruzioni stradali, delle fondazioni e delle opere speciali, è un esempio di questo impegno verso la salute e sicurezza dei lavoratori: si è infatti rivolta alla BTL srl per dotarsi di un DAE e per formare il proprio personale e avere in tal modo una squadra pronta a intervenire correttamente in caso di problematiche cardiache all’interno dell’azienda.

D’ora in poi la sede di Basiliano sarà perciò un luogo più sicuro per tutti i dipendenti.

Complimenti alla Società che ha mostrato attenzione al tema, e ai lavoratori che hanno superato l’esame finale del percorso formativo e ora potranno agire in maniera tempestiva in caso di emergenze.

cardioprotezione

Riportiamo di seguito alcune cifre relative ai decessi per arresto cardiaco che ci fanno capire quanto sia importante il tempestivo intervento per aumentare in modo significativo le probabilità di sopravvivenza: in Italia ogni anno si verificano 50.000 decessi per arresto cardiaco – anche in soggetti senza cardiopatie preesistenti note – e circa 3.500 di questi avvengono all’interno del posto di lavoro.

Crediamo quindi sia fondamentale diffondere la cultura della cardioprotezione aziendale.

Il tema è sentito anche a livello politico e a luglio scorso la Camera ha approvato all’unanimità la nuova proposta di legge sui “dispositivi salvavita” per favorire la diffusione dei defibrillatori anche in ambienti extraospedalieri, promuovere la formazione della popolazione al loro utilizzo e limitare le responsabilità legali di chi li adopera in situazioni di emergenza.

Ciò a testimonianza dell’importanza del tema e della necessità di dotare di DAE il maggior numero di luoghi possibili e di formare il personale al corretto utilizzo dei defibrillatori.

Ricordiamo infine che per le aziende che acquistano un DAE è possibile una riduzione del tasso del premio INAIL (se l’azienda non rientra tra quelle per cui l’adozione del defibrillatore è obbligatoria per legge), perché tale misura rientra fra gli interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza nei luoghi di lavoro. Guarda qui il nostro calendario corsi.

VUOI CHE LA TUA AZIENDA SIA CARDIOPROTETTA?

COMPILA IL FORM PER RICEVERE INFORMAZIONI

CARDIOPROTEZIONE NELLE AZIENDE

La cardioprotezione nelle aziende dovrebbe essere fondamentale, dal momento che in Italia ogni anno si verificano 50.000 decessi per arresto cardiaco e circa 3.500 di questi avvengono all’interno del posto di lavoro.

Questo tipo di morte è imprevedibile e si verifica anche in soggetti senza cardiopatie preesistenti note.

Mediante tempestive e adeguate manovre rianimatorie è però possibile intervenire ed evitare queste estreme conseguenze, per questo crediamo sia importante che le aziende – anche se non vincolate da un obbligo di legge – si dotino di un defibrillatore (DAE) e formino il personale al suo utilizzo.

Il defibrillatore dovrebbe infatti essere considerato, al pari di un estintore o un sistema antincendio, un importante strumento in grado di risolvere situazioni critiche all’interno del luogo di lavoro.

Le aziende del nostro territorio cominciano a essere sensibili a questo tema e a credere sia fondamentale rendere i luoghi di lavoro sempre più sicuri per i dipendenti, i collaboratori e i visitatori: segnaliamo l’esempio virtuoso di Abs – Acciaierie Bertoli Safau, azienda leader a livello internazionale nel settore siderurgico, che si è dotata di nove defibrillatori semiautomatici e ha formato il suo personale all’utilizzo del DAE affinché sia possibile intervenire prontamente e correttamente in caso di problematiche cardiache all’interno dell’azienda.

È utile infine ricordare che l’acquisto di un defibrillatore e i corsi rivolti ai dipendenti per imparare a utilizzarlo, possono essere intesi anche come strumento di miglioramento della reputazione e dell’immagine aziendale e sono da considerarsi come uno degli interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza nei luoghi di lavoro che garantiscono una riduzione del tasso di premio INAIL (se l’azienda non rientra tra quelle per cui l’adozione del defibrillatore è obbligatoria per legge).

Se vuoi che anche la tua azienda sia CARDIOPROTETTA chiamaci per approfondire il tema, per dotarti di un defibrillatore e per formare il tuo personale al corretto utilizzo del DAE!

BTL srl fornisce DEFIBRILLATORI, organizza corsi BLSD e gestisce gli scadenziari relativi alla formazione del personale e al materiale di consumo (batterie e placche del DAE).

VUOI DOTARE ANCHE LA TUA AZIENDA DI UN DEFIBRILLATORE?

COMPILA IL FORM PER RICEVERE INFORMAZIONI

AUMENTIAMO LA SICUREZZA IN AMBITO PEDIATRICO

BTL srl continua nella sua attività di sensibilizzazione e promozione della sicurezza in ambito pediatrico.

Il 03 giugno 2019, proseguendo la campagna informativa all’interno dei nidi gestiti dalla Codess FVG Cooperativa Sociale, abbiamo realizzato presso il nido “Cocolar” di Paderno (UDINE) un nuovo incontro sulle Manovre Salvavita per dialogare con educatrici, mamme, papà e nonni di disostruzione pediatrica e buone pratiche attraverso una lezione teorico/pratica durante la quale si è cercato di trasmettere l’importanza della conoscenza delle modalità operative di primo intervento domestico per garantire la sicurezza dei nostri piccoli.

Il numeroso pubblico presente ha mostrato grande interesse e curiosità partecipando in maniera attiva con domande e testimonianze. Grande soddisfazione anche per i nostri istruttori di Outsphera For Life Lorenzo Burello, Laura Lizzi e Ivan Lendaro che sono riusciti diffondere nella comunità la cultura del Primo Soccorso e delle pratiche di salvamento e migliorare quindi la sicurezza in ambito pediatrico.

 

VUOI IMPARARE ANCHE TU LE MANOVRE DI DISOSTRUZIONE?

COMPILA IL FORM PER RICEVERE INFORMAZIONI

Storie di INCLUSIONE SPORTIVA al Torneo Baskin Fvg – trofeo Alberto Angeli

Il 12 maggio 2019 si è svolto a Udine, presso l’Istituto Salesiano Bearzi di Udine il Torneo Baskin Fvg – trofeo Alberto Angeli.

Dopo un’intensa giornata di sport si è aggiudicata il primo posto la squadra Baskin Mestre.

BTL era presente all’evento – sostenendo con la donazione di un DAE – l’associazione sportiva Zio Pino Baskin Udine ASD e avendo l’onore di consegnare i premi ai partecipanti e alla squadra vincitrice.

L’associazione sportiva Zio Pino Baskin Udine ASD ha come scopo l’inclusione sportiva tramite lo sviluppo di attività sportive che coinvolgano e uniscano le persone “normodotate” e le persone “diversamente abili”.

Il BASKIN è uno sport per tutti che permette a disabili e normodotati di giocare insieme a basket divertendosi e annullando qualsiasi diversità o distanza. Il termine BaskIN indica proprio “inclusione”: è pallacanestro, a cui sono stata integrate nuove regole per permettere a disabili e normodotati di giocare e competere sullo stesso piano: disabili fisici e mentali, bambini, adulti uomini e donne uniti dal desiderio di divertirsi e avvicinarsi grazie allo sport.

BTL condivide questi principi e ha voluto quindi supportare questa attività riconoscendo il grande valore dell’impegno del coach della squadra – Alberto Andriola – e degli operatori dell’Associazione Sportiva che con il loro lavoro permettono a tutti di fare canestro.

18/05/2019 CORSO DI PRIMO SOCCORSO PEDIATRICO

Perché iscriversi a un corso di Primo soccorso Pediatrico?

Gli incidenti infantili, insieme alle violenze, costituiscono la prima causa di morte dei bambini sotto i 18 anni.

BTL è attiva nella promozione della formazione sicurezza in ambito pediatrico.

Il 18 maggio 2019 dalle 09.00 alle 13.00 si svolgerà presso la VS DENTAL di Udine il corso di PRIMO SOCCORSO PEDIATRICO per diffondere la cultura della sicurezza e della prevenzione in ambito infantile.

Cadute, ustioni, avvelenamento sono solo alcuni degli eventi accidentali che possono capitare a un bambino anche fra le mura domestiche: con i nostri corsi vogliamo formare i partecipanti al corretto intervento in caso di situazioni di emergenza e istruirli sulle modalità di prevenzione.

Il corso quindi può essere di particolare interesse e utilità per genitori, nonni, insegnanti, baby sitter, educatori, allenatori di squadre giovanili e per quanti vogliono approfondire il tema del PRIMO SOCCORSO PEDIATRICO per essere preparati a intervenire in caso di emergenze.

Durante l’evento formativo verranno illustrate le tecniche di base del primo soccorso per gestire i problemi sanitari più comuni che si verificano durante l’età pediatrica e per affrontare una situazione d’emergenza nel bambino o nel lattante, in attesa dell’arrivo del Servizio Sanitario d’Emergenza.

Al termine del percorso verrà rilasciato l’attestato di frequenza e il manuale di primo soccorso pediatrico.

QUOTA ISCRIZIONE 50 € IVA INCLUSA

Per maggiori informazioni: Iris Tion, tel. 0432 1502142, e-mail: info@btlsrl.it

L’iscrizione può essere effettuata direttamente dal sito nella sezione BTL ACADEMY

VUOI ISCRIVERTI AI NOSTRI CORSI DI PRIMO SOCCORSO PEDIATRICO?

COMPILA IL FORM PER RICEVERE INFORMAZIONI

04/05/2019 CORSO DI FORMAZIONE: “GDPR e Direttiva MDR nello Studio Dentistico: novità, opportunità e responsabilità. Facciamo il punto prima dell’applicazione delle sanzioni”

Il 04 maggio 2019 dalle 09.00 alle 13.15 si svolgerà presso la VS DENTAL di Udine il corso: “GDPR e Direttiva MDR nello Studio Dentistico: novità, opportunità e responsabilità. Facciamo il punto prima dell’applicazione delle sanzioni”. Corso ECM in fase di accreditamento (Outsphera srl Provider ECM – n.5508).

Terminerà infatti il 15 maggio il periodo di tolleranza, indicato come “fase di prima applicazione”, per quanto riguarda l’applicazione delle disposizioni sanzionatorie previste dal Regolamento UE 2016/679.

Il corso è rivolto agli  odontoiatri e si propone di approfondire le conoscenze relative al nuovo Regolamento Europeo in materia di Privacy (Reg UE 2016/679) e alla nuova direttiva MDR sulla strumentazione medica.

I relatori svilupperanno questo tema attraverso l’analisi di esempi reali e concreti:

BELLINA FABIENNEesperta e consulente in materia di Regolamento UE 2016/679 (GDPR), attestato di DATA PROTECTION OFFICER, formatrice per la Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro, docente nel quadro di progetti formativi per Assistente di Studio Odontoiatrico.

TONCHIA PIETRO: avvocato esperto in questioni di diritto penale, di compliance aziendale e di gestione del rischio. Si occupa di questioni riguardanti il Regolamento Europeo 679/16 (GDPR), di responsabilità amministrativa degli Enti, di antiriciclaggio, di infortuni sul lavoro, di diritto tributario. Nel 2018 ha fondato una Rete d’Impresa tra Avvocati, avente finalità di ricerca ed innovazione nel settore legale, specificatamente nella materia Cyber sicurezza, IT, IoT, Intelligenza Artificiale, Big Data, Blockchain, studiando e redigendo apposite policy. Iscritto all’Ordine degli Avvocati di Udine dal 13.1.1997 e all’Albo dei Cassazionisti dal 26.2.2010.

PROGRAMMA

09.00 – 09.15 ACCOGLIENZA PARTECIPANTI

09.15 – 10.00 Come dimostrare che il proprio studio è conforme al GDPR (quali documenti sono necessari e perché lo sono)

10.00 – 11.00 Definizioni (dati, trattamento, figure con esempi in studio) E documenti (contenuti e criteri di validità)

11.00 – 11.15 COFFEE BREAK

11.15 – 12.00 Gestione delle cartelle, violazioni, misure di sicurezza per archivio analogico e introduzione all’argomento digitale

12.00 – 12.45 Sicurezza digitale per siti, mail, cloud, Cifratura, Sanzioni, Nuova direttiva MDR sulla strumentazione

12.45 – 13.00 CONFRONTO/DIBATTITO CON I RELATORI

13.00 – 13.15 TEST DI VERIFICA FINALE

 

QUOTA ISCRIZIONE 50 € + IVA 22%

L’iscrizione può essere effettuata direttamente dalla nostra sezione “Academy” 

Per maggiori informazioni: Iris Tion, tel. 0432 1502142, e-mail: info@btlsrl.it

VUOI ESSERE SICURO DI RISPETTARE LA NUOVA NORMATIVA PRIVACY?

COMPILA IL FORM PER RICEVERE INFORMAZIONI

19/04/19 CORSO DI FORMAZIONE: “LA QUALITÀ DELLA MICROSTUTTURA DELL’OSSO E LE SUE APPLICAZIONI CLINICHE”

BTL srl prosegue nell’attività di formazione in ambito medico.

Il 19 aprile 2019 dalle 14.00 alle 18.15 si svolgerà presso il PALACE HOTEL MODERNO di Pordenone il corso: “LA QUALITÀ DELLA MICROSTUTTURA DELL’OSSO E LE SUE APPLICAZIONI CLINICHE“.

Corso ECM in fase di accreditamento (Outsphera srl Provider ECM – n.5508).

Il corso è rivolto a TUTTE LE SPECIALIZZAZIONI MEDICHE, in particolare a MEDICI DI MEDICINA GENERALE, ENDOCRINOLOGI, GINECOLOGI, MEDICI RADIOLOGI, ORTOPEDICI, FISIATRI, GERIATRI, REUMATOLOGI, ONCOLOGI e ODONTOIATRI e si propone di approfondire le conoscenze relative alla qualità della microstruttura ossea e del modello di valutazione dell’indice strutturale (BSI, Bone Structure Index) e dei suoi campi di utilizzo.

Le docenti svilupperanno questo tema attraverso l’analisi di metodologie innovative:

FRANCESCA COSMI, laurea in Ingegneria Meccanica con indirizzo Biomeccanica e dottorato di ricerca presso il Politecnico di Milano. Professore associato all’Università di Trieste, Senior Visiting Scientist al CRO di Aviano, Presidente M2Test. Ricerche presso NASA JPL (USA), UC Berkeley (USA), MITI Tsukuba (Giappone) e UFRJ (Brasile). Autore di brevetti USA e italiani e di oltre 150 memorie scientifiche.

SILVANA SARACCHINI, Dirigente medico presso SOC Oncologia Medica e Prevenzione Oncologica CRO di AVIANO, Laureata in Medicina e chirurgia presso l’Università degli Studi di Padova, specializzata in Oncologia presso l’Università degli Studi di Parma. Attualmente impegnata in uno studio sulle ulteriori prospettive di impiego del BESTest in Oncologia su pazienti del CRO di Aviano sottoposti a trattamento terapeutico endocrino a seguito di carcinoma della mammella (in pre e post-menopausa) e della prostata.

 

CORSO GRATUITO – POSTI LIMITATI

ISCRIZIONE OBBLIGATORIA

L’iscrizione può essere effettuata direttamente dal link: http://www.btlsrl.it/wp-content/uploads/2019/03/LOCANDINA_iscrizione-unito.pdf

Per maggiori informazioni: Iris Tion, tel. 0432 1502142, e-mail: info@btlsrl.it